“Un buon inizio che non può far altro che crescere, ma solo rimanendo antifragile” (Rockit)

“Chi è alla ricerca di rock italiano che ha davvero qualcosa da dire, e lo dice in modo diverso da tutti gli altri competitor, è arrivato nel posto giusto. Allacciate le cinture” (Ondarock)

“Antifragile è un album autentico, semplicemente sincero che permette l’accessibilità al magmatico ventaglio contenutistico della giovane artista” (Spazio Rock)

“Al termine dell’ascolto, quello che più mi rimane in testa di Elisa è il coraggio, dimostrato anche nella scelta esclusiva dell’italiano (…). Dopo averla sostenuta con il crowdfunding, continuiamo a credere in lei” (The Front Row)

“Elisa Erin Bonomo gioca un’ottima carta con l’album di debutto “Antifragile”. Chi cerca un rock graffiante ma con dei testi intelligenti si troverà sicuramente a casa” (Music Attitude)

L’ALBUM

“Antifragile” è il primo album da solista della cantautrice e chitarrista veneziana Elisa “Erin” Bonomo. Un concept album all’inglese (ma cantato in italiano) che parla di cambiamenti, di traslochi, di resilienza.

Registrato, mixato e masterizzato presso il No Shoes Recording Studio e prodotto insieme a Stefano Pivato, “Antifragile” è un concentrato di talento ed esperienza, un mix equilibrato di riff graffianti alla PJ Harvey e Juliette Lewis, e della poesia delle migliori cantautrici italiane.

“E’ un esercizio di vulnerabilitàˆ”, spiega Erin. “Il titolo nasce dalle parole di Nassim Nicholas Taleb.
Il filosofo, saggista e matematico libanese dice che il robusto sopporta gli shock e rimane uguale a se stesso, l’antifragile li patisce, li accusa, ma grazie alle difficoltà migliora”.

Un album dedicato a chi ha la capacità di far fronte in maniera positiva agli eventi traumatici della vita. Un atto di ribellione, una presa di coscienza, fortissimamente voluto dopo una vita imposta fatta di lavori, relazioni, case scoppiate, “Antifragile” è un album interamente suonato, con testi talvolta ironici e talaltra profondi e con una voce potente.

Questo album, completamente finanziato con il crowdfunding, arriva dopo un EP, autoprodotto e in lingua inglese, dal titolo “Once in a blue moon” (2007), e dopo due EP firmati con il suo gruppo, La Cantina dei Bardi (Offerta libera – 2010, e Terzo tempo – 2015).

LA CANTAUTRICE

Cantautrice e chitarrista veneziana, Elisa Erin Bonomo comincia a comporre dai 12 anni prevalentemente in lingua inglese per poi passare anche all’italiano verso i 20.
Il suo primo EP, autoprodotto e in lingua inglese, si chiama “Once in a blue moon”(2007).

Negli anni successivi si trasferisce a Padova, collaborando come speaker e autrice per una web-radio universitaria, Radio Bue, scrivendo uno spettacolo teatrale assieme all’attrice Grazia Raimondo, “BlackOut!”, incentrato sul tema del precariato e dell’immigrazione, e pubblicando un demo autoprodotto con lo stesso nome, “BlackOut!” (2009). Dal 2010 al 2016 fa parte del gruppo folk acustico “La Cantina dei Bardi”, con cui pubblica due Ep: “Offerta Libera” (2011), “Terzo Tempo” (2015).

Nel 2016 intraprende le carriera solista pubblicando il disco d’esordio “Antifragile”, interamente finanziato tramite crowdfunding. Il disco, pur essendo autoprodotto, raccoglie ottimi consensi da critica e pubblico, tanto che il brano “Scampo”, il cui testo parla di violenza domestica, vince il Premio della Critica al Premio Amnesty – Voci Per la Libertà e inserito nella compilation “Vxl20 – Una canzone per Amnesty”. Nello stesso anno la compilation vince la Targa Tenco nella categoria “Album collettivo a progetto”.

Nella sua intensa attività live da solista e con band apre i concerti di NADA, Daniele Silvestri, Diodato, Maria Antonietta, Chiara Dello Iacovo, Chiara Vidonis, Mimosa Campironi ed è inoltre presente nella compilation delle Indiemood Sessions in esclusiva su Rockol con i Mellow Mood, Alessandro Grazian, IACAMPO, C+C=Maxigross.

Dal 2017 fa parte del collettivo di cantautrici “W.A.V – Women Against Violence”, il cui obiettivo è raccogliere fondi per le donne vittime di violenza e di stalking. Nel 2018 esce la raccolta omonima con una versione di “Scampo” in chiave acustica.

E’ diplomata in chitarra elettrica all’MMI, tiene seminari sul songwriting e studia canto moderno, perfezionandosi con i M° Giuseppe Lopizzo, Silvia Girotto, Alessandro Fortin, Giulia Alberti e seguendo le masterclass di Brett Manning, Patrizia Laquidara, Matteo Belli, Eleonora Bruni, Michele Broglia.